Arte Turismo

Visite in provincia di Parma alla Cattedrale di Fidenza

Un weekend fuori porta alla scoperta della Cattedrale di Fidenza, in provincia di Parma, sulla Via Francigena.

 

Se siete a corto di idee per un weekend fuori porta, potreste effettuare delle visite in provincia di Parma nella Cattedrale di Fidenza. Attribuita a Benedetto Antelami, scultore e architetto attivo a Parma nel XII – XIII secolo, la Cattedrale di Fidenza è stata eretta in onore di San Donnino, martire cristiano giustiziato nel III secolo su ordine dell’Imperatore Massimiano. La chiesa fu eretta pochi anni dopo la morte del santo ed inizialmente era poco più che una parva ecclesia; l’edificio subì negli anni varie ristrutturazioni e ampliamenti. L’intervento di Benedetto Antelami è collocato dopo il terremoto del 1117, che richiese la ricostruzione della chiesa; egli, secondo fonti storiche, fu l’autore della facciata.

La Cattedrale di Fidenza, un gioiello sulla Via Francigena

La Cattedrale di San Donnino a Fidenza è un edificio religioso veramente importante per la storia dell’arte: è sicuramente una chiesa edificata secondo lo stile romanico dell’epoca, ma ha già in sé evidenti dettagli appartenenti al gotico e molti richiami all’arte altomedievale e addirittura tardoantica.

La facciata si presenta oggi con due torri poste ai lati dell’edificio, tre portali d’ingresso (di cui uno Porta Santa), un fregio rappresentante alcune storie inerenti la vita di San Donnino e altri fatti narrati nella Bibbia, nonché suggerimenti e consigli per tutti i Pellegrini in viaggio sulla Via Francigena, all’epoca arteria stradale di grande importanza, religiosa e commerciale.

Ai lati dell’ingresso centrale sono posizionate due statue a tutto tondo del Re Davide e del Profeta Ezechiele, una particolarità che sembra provenire direttamente dall’epoca tardoantica e che non ha precedenti nello stile artistico dell’epoca. Benedetto Antelami è riconosciuto dagli esperti come un artista che segna il passaggio tra civiltà romanica e gotica in Italia. Egli infatti è il primo architetto e scultore italiano a fare propria la rivoluzione gotica della spinta verticale, che alleggerisce e slancia gli edifici in stile romanico.

Il protiro del portale maggiore è sorretto da due imponenti leoni stilofori: quello di sinistra sta uccidendo un drago dalla forma di serpente, quello di destra è intento a sbranare una giovenca. I leoni sorreggono due colonne in marmo rosso di Verona, con capitelli riccamente decorati. Il leone è un indiscusso simbolo di forza: posto all’ingresso delle chiese, esso simboleggia la forza di Cristo e la sua vittoria sul male.

Ogni spazio della facciata è intriso di simbolismo religioso. La storia della Cattedrale, misteriosa sotto tanti punti di vista per via della mancanza di fonti storiche affidabili, rende il complesso affascinante e suggestivo.

 

Per scoprire di più sulla Cattedrale, visitate il sito web: www.cattedralefidenza.it.

Rispondi