Tecnologia

Virus tramite Bluetooth: attenzione a BlueBorne!

Aggiornare subito il proprio sistema operativo è il miglior modo per difendersi dalla minaccia BlueBorne. Linux sembra essere quello più a rischio e l’aggiornamento tarda ad arrivare, mentre Windows ha recentemente rilasciato una nuova patch di sicurezza. Nei dispositivi mobili invece, per non essere vulnerabili col proprio iOS basterà avere una versione pari o successiva alla 10. E Android?

 

Google ha messo subito al riparo i propri dispositivi offrendo ai partner un aggiornamento di sicurezza già nel mese di agosto. Per le altre tipologie di smartphone, bisogna invece affidarsi agli aggiornamenti dei rispettivi produttori. Che purtroppo stanno tardando ad arrivare. Attenzione però perché BlueBorne potrebbe colpire miliardi di dispositivi connessi tra loro tramite Bluetooth.

 

Infatti gli hacker, attraverso BlueBorne, potrebbero prendere possesso del nostro dispositivo in ogni momento, senza accorgercene. Attraverso il virus, i cybercriminali sono in grado di accedere alle nostre informazioni personali, come le password e i dati sensibili. Considerato che tantissimi utenti lasciano il Bluetooth acceso come da impostazione predefinita, è molto facile diventare parte del target di BlueBorne.

 

Nel caso in cui siate in difficoltà a comprendere la terminologia di questi aspetti e di conseguenza come risolvere il problema, vi consigliamo di rivolgervi ad esperti in termini di assistenza informatica, che sapranno certamente esporvi il problema e proteggere il vostro dispositivo, computer o smartphone che sia, dal famigerato virus.

 

Rispondi