Musica e Spettacolo

Trio d’Archi dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI in concerto a Pinerolo

_web_trio__OSN_RAI.jpg

Prosegue con il Trio d’Archi dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI, protagonista di numerosi concerti presso le più importanti istituzioni concertistiche italiane e estere, la Stagione concertistica 2017/18 dell’Accademia di Musica di Pinerolo. L’appuntamento è per martedì 24 ottobre alle 21:00 con un concerto dal sapore classico e ingredienti barocchi, che sarà preceduto alle 20:30 da una guida all’ascolto condotta da Simone Ivaldi. Giovedì 26 ottobre alle 18:00 presso la Libreria Volare si terrà Quale musica per la bellezza di Ernesto Napolitanoil primo dei tre incontri dedicati alla bellezza e alla musica.

 

Cucina classica, ingredienti barocchi
martedì 24 ottobre 2017 – Accademia di musica
h 20:30 guida all’ascolto a cura di Simone Ivaldi – h 21 concerto
Trio d’Archi dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI
Alessandro Milani violino
Luca Ranieri viola
Pierpaolo Toso violoncello

Franz Schubert, Trio in si bemolle maggiore D.471 in un movimento
Franz Joseph Haydn, trio in sol maggiore Hob. XVI n. 40
Ludwig van Beethoven trio in mi bemolle maggiore op. 3

Il trio d’archi dell’Orchestra Sinfonica Nazionale, fondato nel 2004 e protagonista di numerosi concerti presso le più importanti istituzioni concertistiche italiane e estere, propone un concerto dal sapore classico utilizzando ingredienti barocchi. I tre compositori della serata appartengono, infatti, a vario titolo, al classicismo viennese. Il classicismo, oltre ad aver consacrato una forma, la forma-sonata, ha eletto a formazione principe quella del quartetto d’archi. Una formazione seria che sarà banco di prova per ogni compositore, tedesco e non, che vorrà fregiarsi del titolo di Buon Compositore. Quella del Trio per archi è invece formazione tipicamente barocca e da salotto. La musica serviva ancora ai nobili per arredare i propri saloni e poco importava il contrappunto o l’arditezza armonica: la melodia e la danza rappresentavano i must da perseguire per i compositori. Questa la ragione per cui nacquero infiniti divertimenti per questa formazione. Ed è dell’altro genio del classicismo viennese, Herr Mozart, cui dobbiamo il capolavoro assoluto nel genere: il Divertimento K563 che unisce alle origini leggere del trio, la nobiltà della composizione seria. Un genere tutt’altro che povero quindi, ma essenziale e agile che nel concerto di stasera, dimostra bene la sua ragion d’essere: essere eseguito in pubblico. 

Trio d’Archi dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI
Fondato nel 2004 dalle prime parti dell’Orchestra Sinfonica Nazionale, dalla voglia di cimentarsi in una formazione cameristica, il Trio ha subito riscosso l’entusiasmo del pubblico e della critica. Invitato nelle più prestigiose istituzioni concertistiche italiane e estere ha al suo attivo numerosi concerti con prime esecuzioni assolute e collaborazioni con artisti di fama internazionale. Molti dei suoi concerti sono trasmessi dalla Rai con dirette radiofoniche di Radio 3. Nel Settembre scorso ha preso parte al concerto inaugurale della stagione dei Concerti del Quirinale 2017/18, alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. IL concerto è stato trasmesso in diretta televisiva da RAI 5. 

Rispondi