Tecnologia

Costruire una strategia di marketing dei contenuti durante la pandemia COVID-19

Le strategie di content marketing aiutano le aziende ad andare avanti, ma solo nel caso siano rilevanti. Sfortunatamente, la pandemia COVID-19 ha cambiato tutto, dal marketing per la ricerca alla gestione aziendale. Semplicemente non puoi usare le stesse strategie che hai fatto in passato se vuoi avere successo. Data l’attuale pandemia, ecco alcune strategie di marketing efficaci che possono essere utilizzate e adattate in modo da rimanere attinenti al mercato.

Mantieni sempre coinvolto il pubblico

Questa dovrebbe essere la tua priorità numero uno per ogni singola strategia di marketing dei contenuti che crei. A causa dell’impatto del coronavirus, è più importante che mai farlo bene.

Molte aziende di mattoni e malta si affidano all’uso di YouTube e Instagram per coinvolgere il pubblico. Questa è un’ottima idea e può essere presa in considerazione al fine di stabilire una migliore strategia di marketing. Inoltre, è sempre una buona idea essere completamente in anticipo su tutto, comprese le sfide che devi affrontare. Invia un’e-mail ai tuoi clienti se puoi e risolvi i problemi sui canali dei social media.

Crea chiari messaggi di marketing

Ora non è il momento di reinventare la ruota. Non dovresti concentrarti su strategie di marketing molto complesse. Questo perché possono rapidamente diventare costosi e potrebbero non portare ai risultati desiderati poiché è molto più facile fallire con qualcosa di complesso che con qualcosa di semplice.

La strategia di marketing dei contenuti che stai sviluppando durante la pandemia COVID-19 dovrebbe essere il più semplice possibile. Ciò significa automaticamente che i messaggi devono essere molto chiari. Ad esempio, se si desidera parlare dei vantaggi offerti dal proprio prodotto / servizio, elencarli in punti elenco anziché creare un video che complica questa presentazione.

In generale, i messaggi di marketing redatti in situazioni così terribili devono mirare a calmare, sostenere e empatizzare.

Pensa a lungo termine

L’errore più grande che puoi fare adesso è smettere di pubblicare sul tuo blog, sulle pagine dei social media e così via. Questo perché la mancanza di attività ti farà del male in futuro. Ricorda che gli algoritmi di ranking SEO funzionano ancora esattamente come prima. Inoltre, alla fine, questa pandemia scomparirà. Se sei inattivo in questo momento, perderai molto di fronte alla competizione che non ha commesso questo errore.

Mentre è impossibile sapere cosa accadrà in futuro e quando finirà la pandemia, prepararsi a tutti gli scenari possibili è una grande idea. Quando si pensa rigorosamente alla creazione di contenuti, concentrarsi sul contenuto sempreverde che sarà rilevante dopo la fine della pandemia e non fare affidamento su guadagni rapidi generati da ciò che sta accadendo ora.

Imposta sempre le linee guida per i contenuti relativi alla pandemia

Ovviamente, non c’è modo di evitare di parlare della pandemia COVID-19 ed è una buona idea essere trasparenti condividendo gli aggiornamenti su ciò che accade. Tuttavia, questo non dovrebbe essere fatto in modo casuale. Siamo di fronte a innumerevoli sensibilità che devono essere navigate. Impostare linee guida chiare che si applicano a tutto il contenuto creato durante questa pandemia. Ciò è particolarmente importante quando si menziona il virus o la malattia in qualsiasi modo possibile.

Sii proattivo

L’ultima cosa che dovremmo menzionare è che devi gestire le aspettative dei tuoi clienti e devi essere proattivo. Questo è particolarmente vero quando ci si riferisce all’adattamento delle strategie di marketing che si utilizzano in questo momento. Comunicare le modifiche in modo che tutti i responsabili siano consapevoli e assicurarsi che tutte le linee guida siano rispettate.

Ricorda che le scelte che farai ora avranno un impatto sulla tua attività in futuro. Non concentrarti ciecamente su ciò che perdi ora e adatta la strategia di marketing dei contenuti in base a ciò. Devi ancora tenere d’occhio il premio, che è in futuro, dopo il passaggio della pandemia COVID-19.