Turismo

Tanzania da scoprire con Oropi Safaris

Scritto da Press Office

Innamorarsi della Tanzania è facile. Angoli di natura tra i più belli del continente africano, vaste pianure che si distendono a perdita d’occhio, mille varietà faunistiche tra le più grandi e selvagge di tutto il pianeta. I parchi, come il Serengeti e il Kilimanjaro o lo splendido cratere di Ngorongoro e l’impressionante fenomeno delle migrazioni. Ne sa qualcosa la bresciana Monica Marani che, dopo averci vissuto e lavorato per anni, ha deciso di farne la loro seconda patria dando vita insieme al marito Justin, masai di Tanga, a Oropi Safaris.

Safari in swahili, una delle due lingue “ufficiali” del paese, significa viaggio. 

Oropi Safaris, è un tour operator con sede in Italia e in Tanzania.

Organizzano safari nei parchi, nelle riserve e in tutte le aree protette della Tanzania (Serengeti, Ngorongoro, Tarangire) per poter entrare in contatto con la natura al suo massimo splendore per osservare ogni tipo di animale: dai “big five” (leone, bufalo, leopardo, elefante e rinoceronte) ai grandi erbivori (gnu,gazzelle, zebre ecc.) con particolare attenzione alla grande migrazione del Serengeti che rimane un fenomeno unico e affascinante.

le grandi migrazioni in Tanzania.jpg

Tra un parco e l’altro, con Oropi Safaris  è possibile vivere l’esperienza delle fattorie: grandi case coloniali immerse in piantagioni di caffè, tea e spezie che offrono ottime sistemazioni per i viaggiatori. Tendono a preferire strutture piccole e campi tendati per poter rimanere in stretto contatto con la natura circostante e vivere l’atmosfera africana con i suoi silenzi, spazi infiniti e cieli stellati. Tra i luoghi meno conosciuti, visitabili insieme ad Oropi Safaris, c’è il lago Natron con il vulcano Oldoinyo Lengai, sacro ai masai, un luogo fuori dai circuiti turistici, dove il lago prende un colore rosso dovuto a microorganismi che crescono in questa acqua ricca di carbonato idrato di sodio, natron appunto. Questa zona è la più ricca al mondo di riproduzione di fenicotteri che vengono studiati proprio qui. È inoltre possibile approcciarsi alle tribù dei masai che vivono in queste zone e non conoscono il turismo.

Lago Natron con il vulcano Oldoinyo Lengai.jpg

La loro particolarità, infatti, risiede nella grande conoscenza del territorio, la passione per quella terra e la professionalità che li ha portati a scoprire luoghi lontani dal turismo, ancora poco conosciuti, sempre con un occhio attento alla sostenibilità del viaggio,cercando, dove possibile, di favorire l’economia locale.

“I nostri punti di forza” spiega Monica Marani “sono la competitività dei prezzi e la disponibilità a seguire il cliente per ogni esigenza, sia prima della partenza che durante il viaggio. Quale abbigliamento portare, dove comprare la scheda sim, quale valuta utilizzare e ogni più piccola ma importante informazione che solo chi ci vive conosce. I nostri safari, in jeep, con autista ad uso esclusivo e guida che parla anche italiano, sono cuciti addosso al cliente, alle sue esigenze e mai preconfezionati”.

Per questo Oropi Safaris ha vinto, nel 2010,  il premio Turismo responsabile italiano e Cultura UNESCO, che si assegnano ogni anno ad Assisi in occasione del WTE, il salone del turismo dei siti UNESCO nel mondo, con un viaggio di conoscenza in terra masai.

Oltre ai safari e ai viaggi di conoscenza, Oropi Safaris propone soggiorni sullo splendido Oceano Indiano, sia in località più conosciute, come Zanzibar che su isole poco turistiche come Mafia.

Per contattare Monica Marani, in Italia il numero è +39 333-5862925, oppure è sempre raggiungibile a questa mail: safaritnz@gmail.com

Info sull'autore

Press Office

Giornalista e responsabile di Uffici Stampa.
Lavoro come libera professionista per aziende, associazioni e professionisti in vari settori: dall’ideazione di strategie per la promozione nel web al supporto e alla gestione dei canali Social; dalla creazione di contenuti alle digital PR.
Organizzo corsi di formazione per enti pubblici e per aziende private sulle tematiche della comunicazione, dei New Media, del Web e organizzo giornate di Media Training per dirigenti aziendali.

Rispondi

*