Siti Web

Come sopravvivere in un mondo di “Ricerche a zero clic”

Le statistiche ci mostrano che c’è un aumento delle “Ricerche a zero clic”. Fondamentalmente si tratta del fatto che durante il 2019, per il 51% delle ricerche eseguite su Google, nessun clic ha portato a un sito Web esterno. Rand Fishkin ha risposto a questo e ha detto che Google è il concorrente di tutti ora nelle ricerche.

È stato menzionato che poiché il traffico potenziale è inferiore del 51%, i siti finiscono per ricevere il 51% di lead e ricavi in ​​meno. Il problema è sottovalutato e la generazione di valore sta diventando una priorità enorme che non può essere ignorata.

Le ricerche a zero clic sono effettivamente una cosa?

Alcuni hanno sostenuto che le ricerche a zero clic in realtà non esistono. Molte persone sostengono che il fatto che non sia stato fatto alcun clic su una ricerca non significa nulla e che è sempre stato così. Questo non è vero a causa di diverse cose.

Per cominciare, Google continua a distribuire nuovi prodotti e inizia a mostrare i dati direttamente nei risultati di ricerca. Ciò include cose come i risultati delle partite e persino le ricette. Per questo motivo, le persone non hanno bisogno di lasciare la pagina di ricerca e accedere a un sito per trovare ulteriori informazioni. Quindi, sì, le ricerche a zero clic sono in realtà una cosa.

Cosa sai fare?

Il trucco per sopravvivere in questa ricerca a zero clic su Google World è creare contenuti migliori di quelli che Google riesce a offrire. È così semplice. Devi adattare molte cose e devi assicurarti di poter offrire la massima qualità possibile, superiore a quella della concorrenza, ovviamente. Quando riesci a farlo, il traffico viene consegnato.

Il motivo per cui le persone non fanno clic sulle ricerche è che trovano ciò di cui hanno bisogno semplicemente guardando la pagina dei risultati di ricerca o non trovano qualcosa che sembra degno di essere verificato. Allo stesso tempo, devi pensare ad alcune cose molto importanti, oltre a dove posizionare le parole chiave e quali strumenti SEO usare:

  • Titolo della pagina

I marketer di contenuti davvero bravi parlano sempre del fatto che impiegano più tempo a creare i propri titoli che a sviluppare contenuti. Mentre questo è un tratto, di solito viene menzionato per evidenziare l’importanza del titolo.

Pensa a cosa fai quando cerchi qualcosa su Google. Molte persone prima controllano il titolo del risultato e se non trovano qualcosa che gli piace, vanno avanti.

  • Pagina Meta Description

La maggior parte delle descrizioni che vedi online hanno un grosso problema: sono davvero commosse. Nel tentativo di vendere qualcosa, le aziende cercano di vendere invece di cercare di evidenziare perché l’utente dovrebbe fare clic sul risultato.

Le migliori meta descrizioni includono la parola chiave per cui ottimizzi, ma forniscono anche una ragione per cui dovrebbe avvenire un clic. Questo è il tuo principale “punto vendita” e di solito la prima interazione con un potenziale visitatore.

Trascorri tutto il tempo che dedichi al titolo sulla descrizione. Inoltre, utilizza Google Search Console per ottenere quante più informazioni possibili su ciò che viene cliccato e ciò che non viene cliccato. Sperimenta con diverse descrizioni per vedere cosa funziona nel tuo caso.

  • Ottieni feedback

Ci sono molte diverse fonti di feedback disponibili per la maggior parte dei webmaster ma non ne approfittano. Ad esempio, qualsiasi presenza sui social media può essere utilizzata per saperne di più sul pubblico di destinazione. Puoi sperimentare sui social media con titoli e messaggi diversi in modo da vedere cosa spinge le persone a fare clic. Usa le intuizioni offerte dalla piattaforma di social media preferita.

Allo stesso tempo, puoi effettivamente chiedere alle persone di partecipare a un sondaggio. Pochi approfittano dell’opportunità offerta da un mondo digitalizzato che ti fornisce informazioni.

Pensieri finali

Per riassumere, non è necessario iniziare a investire in PPC quando i numeri dei clic SERP diminuiscono. Hai solo bisogno di migliorare la qualità del contenuto che ottimizzi. Ciò ti aiuterà a generare più clic perché le persone saranno più inclini a fare clic. Allo stesso tempo, man mano che diventi più conosciuto nel settore, le persone associano il marchio alla qualità, che è sicuramente qualcosa che dovrebbe essere una priorità per la maggior parte dei siti Web.