Economia e Lavoro

Seo di Pagine Gialle. La verita’

Seo di Pagine Gialle. La verità sul servizio, punti di forza, punti deboli e delucidazioni su frasi dette in fase di vendita da parte degli agenti su pagerank, accordi con google, posizioni garantite

Mentre in Italia il concetto di Search Engine Optimization sta prendendo lentamente sempre più piede tra i gli esercenti delle più disparate categorie nonchè nelle web agency, c’è una azienda che con un inspiegabile ritardo sta proponendo in maniera massiccia e capillare il servizio SEO nonchè altri prodotti web, tra cui il “visual site” o “sito premium” che altro non è che un CMS per creare e gestire il proprio sito  nel primo caso, ed un sito creato ad hoc (anche se l’uso di template in alcuni casi è abbastanza evidente) nel secondo, marchiato in maniera indelebile Seat Pagine Gialle.  O meglio, SeatPG dopo il recente cambio di logo.
In molti lamentano poca chiarezza nel servizio soprattutto per quanto riguarda l’approcio della vendita diretta, fatta purtroppo in alcuni casi da agenti/venditori con un background professionale in altro settore e quindi poco informati sulle reali potenzialità e lacune del servizio (per vendere bene, meglio conoscere appieno entrambi). Altri invece ne asaltano le qualità, forti dei risultati ottenuti sui motori di ricerca. Dove sta allora la verità? In questo dossier risponderò ad alcune domande cercando di fare chiarezza sul servizio offerto affinchè tutti possano valutare il servizio alla luce dei fatti. Smentendo castronerie colossali che mi sono state riferite propinate da alcuni agenti e sottolineando dove e come questo servizio può essere utile per la propria azienda.
Premessa: La formazione per gli agenti in materia di SEO e servizi internet è interno all’azienda. Quindi, a prescindere da quel che si sa o non si sa in materia, si riceve un corso aziendale in cui vengono proposti sistematicamente dei termini chiave e frasi talvolta fatte da riproporre in vendita.Il più clamoroso, unico nel suo genere e “proprio” di SeatPG è “galleggiamento”. Chi ha ricevuto visita da un agente Seat avrà sentito dire, almeno una volta “con il nostro SEO il sito galleggia meglio nei motori di ricerca”. Questo termine vuole indicare la capacità che ha il servizio seo di far apparire il sito ai vertici dei motori di ricerca, rimanendo metaforicamente sulla superficie di un mare di risultati per una determinata parola chiave. Altro punto cardine di tutto l’aparato commerciale è il PageRank di Google. Detto questo, rispondo ad alcuni quesiti classici che possono venire in mente dopo la visita di un agente.
Paginegialle.it ha accordi commerciali con Google?
Fatta eccezione per l’accordo relativo alle mappe, analizzato nel prossimo punto, Google non stipula alcun accordo commerciale con le aziende per quanto riguarda il posizionamento sul web. Sottoscrivere con pagine gialle non permette di arrivare automaticamente ai vertici dei motori di ricerca o, come loro adorano dire, galleggiare meglio.
Con PagineGialle.it i clienti vengono posizionati su Google Maps?
E’ vero ma non bisogna farsi ingannare. Attualmente SeatPg fornisce a Google le schede aziendali delle attività commerciali registrate su Google Maps. Questo significa che se con la vostra azienda avete seguito l’iter per registrarvi al servizio di mappe di google e contemporaneamente disponete anche di una scheda su paginegialle.it, questa verrà mostrata cliccando sul consueto mark rosso nella mappa. Tuttavia non è necessario essere clienti delle pagine gialle per apparire su google maps. Semplicemente, si avrà a disposizione una scheda aziendale più esaustiva, fatto salvo inserire le medesime informazioni di mano propria.
SeatPg ha accordi commerciali con Yahoo?
Si. Per la quasi totalità delle ricerche geolocalizzate (esempio: pizzeria milano) il primo risultato mostrato da Yahoo è sponsorizzato da PagineGialle. Ha in realtà lo stesso valore degli annunci in evidenza di Google tramite AdWords, tuttavia su yahoo quello spazio è dedicato a SeatPg.
SeatPg ha accordi commerciali con Virgilio?
No, il portale Virgilio fa riferimento al 12-54, gruppo IoPubblicità di Telecom Italia.
Il prodotto SEO di SeatPg garantisce un posizionamento ai vertici dei motori di ricerca per N keywords?
Si e No nel contempo. No perchè nessuno può garantire una posizione sui motori di ricerca se non negli spazi a pagamento. Una determinata keyword fornise un volume di risultati tali da giustificare l’interesse della concorrenza per la medesima chiave di ricerca. SeatPg utilizza un fantomatico KeyWord Generator che nella fantasia di chi spiega il servizio agli agenti dovrebbe individuare le keywords più performanti per un determinato cliente e posizionarle quindi su Google. Per contratto vengono garantiti il 50% delle keywords acquistate, fatto salvo il fatto che le keywords non vengono appunto scelte ma fornite da Seat. Si perchè alcune di queste keywords, appunto, vengono posizionate in maniera ottimale, ma il tutto segue la logica concorrenziale dei motori di ricerca.
Vale la pena soffermarsi su questo punto e fare un esempio concreto, con un sito vero e risultati dimostrabili.
L’azienda Brico2000 di torino propone prodotti per il bricolage ed il fai da te, nonchè materiali per l’edilizia. tra i prodotti elenca articoli di legno, abbigliamento antifortunistico, attrezzi per edilizia, perlinati, vernici, piastrelle di ceramica eccetera. L’azienda ha acquistato, oltre alla scheda su Pg.it, un sito Premium con ottimizzazione SEO per otto parole chiave, elencate nella pagina info del sito (link http://www.sassoediliziamateriali.com/info). Per ogni keyword scelta è stato fatto un lavoro di copywriting e creazione di pagina indipendente. Vediamo ora i risultati.
Articoli per bricolage. Non presente nelle prime 30 posizioni:
attrezzi per il fai da te. presente in posizione 21 con scheda pg.it e posizione 23 con proprio sito. Entrambi comunque in terza pagina.
banchi per falegnameria. Presente in posizione 22 che sito proprio. Terza pagina.
articoli per saldatura. Presente in posizione 21 con sito proprio. Terza pagina.
attrezzi per giardinaggio. Presente in posizione 30 con sito proprio. Terza pagina.
caminetti a pellet. Presente in posizione 20 con sito proprio. Terza pagina.
Vendita di rubinetteria. Non presente nelle prime 30 posizioni.
prodotti di ferramenta. Non presente nelle prime 30 posizioni.
Ora, per contratto, la vendita è valida ed il cliente non può impugnare alcunchè per i risultati pattuiti ci sono. Cinque keywords su otto escono tra i primi trenta risultati. Nessuna è in prima pagina. Nessuna è in seconda pagina. Quante volte fate una ricerca fino in terza pagina?
Il visual site “esce” già con pagerank superiore a 1?

Tolto il fatto che il page rank può servire a tanto come a nulla, dire che il codice della pagina è “ottimizzato per piacere ai motori di ricerca” (non sarebbe il caso di dire che il sito è pulito da parti di codice inutile per allegerirlo e testato con simulatori di spider per assicurarsi che le informazioni giungano correttamente al motore di ricerca?) e soprattutto dire che anche da vuoto, senza i contenuti, vale già un pagerank 2, è totale finzione.
La verità è che il vostro visual site ( o sito premium) sarà linkato direttamente da una pagina interna di paginegialle.it, relativa alla vostra categoria, con un page rank alto. Una parte di questo “voto” vi verrà condiviso facendo aumentare il vostro. Prendere lo stesso medesimo visual site e pubblicarlo su un dominio non collegato alle pagine gialle stesse, non darà in alcun modo un page rank superiore a zero. L’unico modo per ottenere un risultato in questi termini è iniziare una bella campagna di link popularity.
E’ vero comunque che molti dei visual site hanno di fatto un page rank abbastanza buono. Il sito utilizzato come esempio di Brico2000 ha un page rank pari a 3. Ciò nonostante, il sito non “galleggia” come dovrebbe. Il sito www.massaggiorientali.org, sempre un visualsite, attualmente ha un pagerank pari a zero. Altri siti da me testati hanno riportato dei page rank molto variabili: chi ha zero, chi ha tre, chi ha uno e così via. Tutto dipende dal passaggio dello spider, dal valore della pagina da cui si è linkati e da altri link che rimandano al proprio sito. Tuttavia, ripeto, non esiste codice o programmazione sulla faccia della terra che faccia valutare in qualche maniera un sito con un page rank superiore a zero.
In conclusione.
Seat ha un organico spaventoso ed un potenziale tale da poter essere, in futuro, un leader incontrastato del mercato. Ha la colpa gravissima di essersi mossa con un incosciente ritardo rispetto al resto dei concorrenti che nel mentre hanno consolidato non solo la tecnica, ma anche un rapporto di reciproca fiducia con i propri clienti, generando anche quel veicolo di comunicazione che fa la fortuna di tanti ma è anche uno dei principali nemici di Seat: il passaparola.
Cercando “Seo Seat” su google, i primi risultati sono tutti dedicati a forum di discussione sul valore del servizio e punti di ombra grossolani che mettono molto spesso in cattiva luce un servizio che ha tutte le potenzialità per fare bene. Basterebbe un pò di chiarezza in più, un sistema di vendita basato meno sui risultati di vendita e più sulla reale soddisfazione del cliente. Visto che gli elenchi telefonici sono destinati a fare la stessa fine delle cabine telefoniche che le ospitavano, è il momento di fare il grande salto.
Per qulasiasi ulteriore domanda o chiarimento a riguardo, sono a disposizione.

Rispondi