Economia e Lavoro

Risparmiare tempo con l’introduzione della stampa 3D: il caso VHM Fonderie

La francese VHM Fonderie ha notevolmente ridotto il tempo di sviluppo dei suoi prodotti e allo stesso tempo aumentato la sua capacità di produzione. Tutto questo grazie all’introduzione delle tecnologie di stampa 3D PolyJet di Stratasys. Precedentemente nota come Heinrich Fonderie, VHM Fonderie è specializzata nella produzione di getti in ghisa industriali che utilizzano un tradizionale processo di colata in sabbia. La società utilizza ora una stampante 3D Stratasys Connex multi-materiale per lo sviluppo del prodotto.

 

Per le applicazioni più complesse di colata in sabbia, VHM Fonderie sta utilizzando Rigur, un polipropilene simulato Stratasys, ideale per la produzione di modelli stampati 3D che vengono poi utilizzati per realizzare stampi per la colata in sabbia. “Per produrre un oggetto utilizzando il processo di colata in sabbia, abbiamo bisogno di produrre prima un modello della parte specifica”, ha spiegato Laurent Poux, Direttore Industriale VHM. “Questo viene poi usato per fare uno stampo, da cui l’oggetto desiderato verrà quindi prodotto. Nell’ambito del flusso produttivo end-to-end, il livello di risparmio di tempo goduto con 3D stampa non è semplicemente miglioramento o progressione – è trasformazione“.

 

Con l’uso della stampa 3D per la creazione dei modelli, VHM Fonderie è riuscita a risparmiare circa un mese di tempi di produzione, consentendogli così una più rapida consegna degli ordini ai clienti. “L’utilizzo della tecnologia di stampa 3D Stratasys ci ha dato grande fiducia in noi stessi. Non solo siamo in grado di rivoluzionare alcuni dei nostri processi di produzione tradizionali, ma possiamo anche diventare molto più flessibili “, ha proseguito Poux. La società ha inaugurato un ufficio dedicato alla stampa 3D, Reali3D, per massimizzare il beneficio della stampante 3D Stratasys Connex. “Siamo davvero entusiasti di essere in grado di estendere i vantaggi della stampa 3D per i nostri clienti e ci aspettiamo di arrivare a produrre di tutto, dai modelli concettuali ai prototipi completamente funzionanti” ha concluso il direttore.

Rispondi