Società

Quando vengono a mancare gli amici a quattro zampe

Avere un animale significa a volte crescere con lui, affrontare momenti difficili, avere il supporto di un amico fedele che con la loro semplice presenza possa aiutarci a star meglio. Ecco perchè, anche nel momento del distacco è giusto dar loro una degna sepoltura, come se fosse uno di famiglia.

Cattolica San Lorenzo si occupa della cremazione degli animali a Roma rendendo onore a quel nostro amico a quattro zampe che non c’è più, offrendo tutta la professionalità ed il supporto del caso e aiutandoci nelle pratiche burocratiche.

Cremazione animali: cosa c’è da sapere

La sepoltura e la dispersione delle ceneri per gli animali è vietata dalla legge (Regolamento UE 1069/2009/CE), per evitare che la decomposizione possa in qualche modo contaminare le falde acquifere ed è quindi regolamentata. La legge non consente di seppellire cani e gatti in luoghi non autorizzati e/o non di proprietà, quali ad esempio giardini, boschi o parchi.

I proprietari potranno scegliere l’urna che preferiscono e personalizzarla con oggetti o scritte per ricordare al meglio l’amico a quattro zampe. Per chi volesse e opta per la cremazione singola, c’è anche la possibilità di assistere alla cremazione, attraverso un monitor vicino al forno crematorio.  In alternativa si può procedere con la cremazione collettiva, che non consente di ottenere le ceneri del proprio animale, vista l’impossibilità di rendere proprio quelle del proprio animale. Le onoranze funebri si occuperanno del ritiro, del trasporto e della riconsegna delle eventuali ceneri.

L’alternativa alla cremazione e i costi

Chi non vuole cremare il proprio animale può rivolgersi ad un cimitero per animali che offrirà una sepoltura in tomba all’amato amico a quattro zampe. In termini di costo, entrambe le soluzioni sono naturalmente più costose rispetto alla sepoltura del vostro cane o gatto nel giardino di casa, ove permesso dai regolamenti comunali.

Per il servizio di cremazione dell’animale, il prezzo base è di 99 €, mentre se volete una tomba nel cimitero degli animali, il prezzo si alza e può variare molto a seconda della taglia e della tipologia di lapide che sceglierete.

Una volta passati a migliore vita, i proprietari dovranno comunicare il decesso al proprio veterinario di fiducia che rilascerà anche il certificato di morte e che potrà consigliarvi anche su tutti i passaggi burocratici da fare per comunicare all’ASL la cancellazione all’anagrafe. In alcuni casi saranno le onoranze funebri ad occuparsene.

Rispondi