Arte

Poesia inedita: grande attesa per il vincitore del premio nazionale degli Amici di L. Ron Hubbard

Scritto da renatoongania1

penna.jpg

Mentre vi è parere unanime nell’attribuire la prima posizione nella vendita dei libri di poesia ad Alda Merini (che da anni è in cima alle classifiche dei bestseller di poesia), il mondo dei premi letterari è in grande fermento e c’è curiosità intorno al vincitore, ancora segreto, della IV edizione del premio poetico nazionale degli Amici di Ron.

 

Milano – Domenica 30 aprile a palazzo Visconti sarà svelato il nome del vincitore e verranno declamate le poesie più belle, prime di 467 sul tema “Vivo sul pianeta Terra”. Nelle sezioni del premio anche la videopoesia ed il monologo teatrale.

 

La nuova fiera dell’editoria italiana – Tempo di Libri, 19 / 23 aprile – ci ha regalato un nuovo appuntamento, ma anche una conferma relativa al mercato della poesia: secondo i dati Nielsen la poesia vende e ha un trend in crescita dal 2013 (+4,9% nel 2016 su un anno e +8,8% a valore sempre confrontato con il 2015).

 

“Da una parte c’è il mercato della poesia a pagamento, una nicchia pari al 5% del mercato, circa 6 milioni di euro – afferma Renato Ongania, presidente del premio poetico nazionale degli Amici di Ron – dall’altra ci siamo noi, con la poesia gratuita quella che conquista o come dice Luigi Brioschi (casa editrice Ugo Guanda), quella che affolla le sale perché gratuita ed è un successo.”

 

In una dimensione completamente diversa, con finalità no-profit, gli Amici di L. Ron Hubbard hanno proposto per il quarto anno un premio nazionale capace di attirare sempre più poeti da tutta Italia. I nomi dei finalisti sono già pubblicati sul sito (www.premiodipoesia.it) ed il 30 aprile la cerimonia a Milano, a palazzo Visconti con la distribuzione dell’antologia del premio Alla Ricerca della Verità che ha come protagonista il poeta e scrittore Rodolfo Vettorello, ora membro illustre della giuria.

 

La poetessa Sara Rodolao, madrina dell’evento, ricorda la scorsa edizione: “È stato un incontro di anime sul pentagramma delle parole”.

 

Giovanna Bonaiuti, presidente della giuria della sezione poesia inedita commenta con una poesia: vivo sul pianeta terra / uomo tra gli uomini / in contatto con la diversità / un un valore / che a volte abbiamo timore ad accettare / ma che realizza la nostra umanità // guardo le stelle /interrogandomi sull’universo / con cui vorrei entrare in contatto e la stessa natura / che ci circonda / diventa paesaggio dell’anima // Così è la vita del mio pianeta.

 

E anche il presidente della sezione videopoesia, Nunzio Buono, dedica dei versi: Vivo sul pianeta terra / La pioggia / lascia ogni angolo della parola / e la terra mi veste / di quel poco guardare gli alberi / – vivo / di un cielo che / scende / I centimetri / sono attimi di metro / e si gioca a casaccio un / giorno / Racconto / che ero un pensiero / figlio d’un inizio/ un sorriso di Madre / nato a lato della sua bocca.

 

“Stiamo vagliando anche uno o due premi alla carriera – chiosa Donatella Rampado, scrittrice nelle vesti di coordinatrice delle giurie – per ora non posso svelare i nomi… Premieremo non solo l’impegno letterario degli autori, ma anche e soprattutto l‘impegno sociale perché è da qui che si cresce”.

Info sull'autore

renatoongania1

Rispondi

*