Salute e Benessere

Il sapone dei dispenser? Usiamolo così

Scritto da ZenzCom

Lavarsi le mani è importante per il nostro benessere quotidiano e per la prevenzione di malattie e disturbi di salute, ma spesso compiamo questo gesto sovrappensiero. In effetti basta strofinarsi con un po’ di sapone per pulirle adeguatamente, no?

A dirla tutta, non è proprio così. Un po’ per come sono conformate le mani, e un po’ per via dei movimenti che facciamo quando ce le laviamo, non tutta la superficie della pelle viene igienizzata a dovere. A dimostrazione di questo fatto c’è una ricerca scientifica condotta qualche anno fa e pubblicata sulla rivista Nursing Times, che ha dimostrato che:

  • Del dorso delle mani, le parti che più spesso vengono “mancate” durante il lavaggio sono il pollice, le punte delle dita e gli spazi fra indice e medio, e fra medio e anulare;
  • Del palmo, solitamente si trascurano gli spazi tra il pollice e l’indice, tra il medio e l’anulare, e fra l’anulare e il mignolo.

La prossima volta che vi capiterà di lavarvi le mani, soprattutto se vi trovate in un bagno pubblico, cercate di prestare particolare cura allo strofinamento del pollice e degli spazi interdigitali. E attenzione a usare sempre il detergente contenuto nei dispenser di sapone: è questa infatti l’arma più efficace per rimuovere i germi e la sporcizia, perché l’acqua da sola non basta.

Info sull'autore

ZenzCom

Rispondi

*