Casa Salute e Benessere

Il giardino? Come mantenerlo bello per tutta l’estate

Scritto da Axicom

Ogni stagione ha le sue problematiche e in estate sono legate principalmente ad umidità ed aridità

 

Abbiamo dedicato parte della primavera a curarlo e renderlo rigoglioso, ora che la bella stagione è finalmente consolidata è arrivato il momento di goderci al meglio il nostro giardino ed i piacevoli angoli di relax all’aperto. Il grosso dei lavori è stato fatto, abbiamo arieggiato e concimato il prato al meglio ed effettuato la potatura delle grandi piante, tuttavia qualche lavoro ci attende anche nei mesi a venire. Partendo dalla premessa che ogni stagione ha le sue problematiche e in estate sono legate principalmente ad umidità ed aridità.

hqroom

Il giardino in estate

Il principale nemico del nostro giardino in estate è certamente l’alta temperatura che rischia di far evaporare l’acqua dal suolo causando inevitabile aridità. Peggio può fare solo il caldo umido, che rende il terreno fertile per la prolificazione di funghi e parassiti. Come agire quindi? E’ importante trovare il giusto equilibrio, bagnando il manto erboso a sufficienza ma cercando di evitare umidità eccessiva e ristagno di acqua. Infine, per rendere il terreno più resistente agli attacchi patogeni, non dimenticare una buona concimazione a base di potassio (meglio se a rilascio graduale): rende l’erba più forte e capace di sopportare gli stress estivi, evitando il tipico ingiallimento di questi mesi.

 

casa vacanze verdi

L’irrigazione

Se desideri avere un bel prato, non potrai prescindere da un’attenta e costante irrigazione. Per evitare tuttavia inutili sprechi, dannosi per l’ambiente e per la bolletta di casa, valuta attentamente le esigenze idriche del tuo giardino: per le grandi superfici meglio prendere sempre in considerazione un impianto interrato con irrigatori a scomparsa, suddiviso a zone; sarebbe quasi impossibile altrimenti garantire acqua a tutto il giardino. Questo ci permetterà di risparmiare acqua, tempo e fatica, annaffiando automaticamente il prato in base alla programmazione impostata.

jardinet

Quando bagnare

Inutile ricordare che, con l’aumentare delle temperature, il giardino richiede annaffiature sempre più copiose e frequenti. Evita i momenti più caldi della giornata, la cosa migliore è irrigare quando la temperatura dell’acqua si avvicina a quella del terreno, al mattino o di sera. Per quanto riguarda la frequenza, ricorda che è meglio annaffiare in abbondanza seppur meno sovente: considera che la giusta quantità di acqua da dare al prato è di circa 5 litri al metro quadrato al giorno, anche se poi la cosa migliore è procedere per via sperimentale, adattandosi alle esigenze del terreno.

marmol radziner

La rasatura

Un prato ben rasato è una gioia per gli occhi. Anche in estate possiamo finalmente diradare il taglio, andrebbe comunque effettuato circa una volta a settimana. Il consiglio è di mantenere l’erba un po’ più alta del solito in modo da non esporre troppo le radici al sole ed evitare che si bruci. Sebbene il mattino potrebbe sembrare il momento più adatto per tagliare (e non morire di caldo), le ore pomeridiane sono le migliori perché il terreno è privo di umidità. Un ottimo investimento sarebbe senza dubbio un moderno robot rasaerba: sono del tutto autonomi e facilmente programmabili; garantiscono il taglio quotidiano, cosa che permette di eliminare solo la ricrescita e di lasciare al suolo l’erba sminuzzata che diventa prezioso concime e strato di pacciamatura.

okenne centrum

La potatura delle piante in estate

usualhouse

Dopo le grandi potature primaverili, in estate meglio non esagerare con le cesoie, anche per evitare che le incisioni indiscriminate portino la pianta a perdere le necessarie sostanze nutritive. Per quanto riguarda le siepi, tra la fine di giugno e la metà di settembre è possibile intervenire per sfoltire e sistemare esteticamente il verde dandogli la forma desiderata. La principale potatura estiva si effettua però sulle piante ornamentali: per le rose ad esempio, sarà necessario cimare i rami fioriti ed eliminar le parti sfiorite, per rinvigorire la pianta e permettere nuove fioriture.

Come intervenire se il prato è rovinato?

Quando ormai il danno è fatto e il prato risulta particolarmente stressato e rovinato, è necessario intervenire con una semina integrativa. Meglio aspettare la fine di settembre (e le piogge che aiuteranno non poco) per arieggiare il terreno, aggiungere un buon terriccio e l’indispensabile concime. A questo punto non resta che gettare semi in abbondanza ed innaffiare per un paio di settimane in modo costante. Ed ecco un prato tutto nuovo!

paghera

 

Habitissimo

Habitissimo è la piattaforma online leader in Spagna, Italia, Brasile e America Latina che mette in contatto domanda e offerta in tema di edilizia, ristrutturazioni e servizi per la casa. Habitissimo offre agli utenti la possibilità di pubblicare gratuitamente richieste di preventivo e ricevere proposte da professionisti o imprese del settore. Alle imprese, la piattaforma consente di entrare in contatto con potenziali nuovi clienti.

Fondata nel 2009 in Spagna da Jordi Ber e Martìn Caleau, imprenditori Internet con esperienza nel settore delle costruzioni, Habitissimo è oggi la prima realtà online nel settore della ristrutturazione. Da allora, oltre 300.000 imprese e professionisti si sono registrati su Habitissimo, e più di due milioni di richieste di preventivo sono state pubblicate online.

 

Contatti stampa

Axicom Italia

chiara.possenti@axicom.com / silvia.asperges@axicom.com

+39 02 7526111

 

 

Info sull'autore

Axicom

Rispondi