Economia e Lavoro Professionisti

Tunnel mobili: i modelli disponibili in commercio

Coperture industriali tunnel mobili

Il mondo dei capannoni mobili mette a disposizione delle realtà industriali diverse tipologie di coperture che vanno in contro alle esigenze di ogni singola attività. I modelli disponibili in commercio si differenziano per le dimensioni, per la componente strutturale, i prezzi e gli utilizzi. Tra le tipologie distinguiamo: i tunnel indipendenti, i frontali, i laterali e le costruzioni speciali. Approfondiamo le caratteristiche di ogni singolo modello.

Tunnel indipendenti

I capannoni indipendenti sono coperture telonate autoportanti, il che significa che non necessitano di alcun collegamento fisico con i fabbricati esistenti per svolgere la loro funzione. Vengono utilizzati principalmente come magazzini mobili ma possono assumere il ruolo di zona per il carico e lo scarico merci, area per il rimessaggio di mezzi e macchinari o come copertura nel quale svolgere particolari fasi produttive. In genere vengono installate al centro di spiazzali liberi e il loro scorrimento è garantito da delle ruote in acciaio che scorrono su una coppia di guide montate a terra. Il tunnel ha la caratteristica di essere movimentato per garantire protezione in spazi diversi della superficie aziendale. Tra quelle in commercio è sicuramente la versione più economica e la sua larghezza si attesta intorno ai 30 metri. I tunnel mobili e retrattili Civert, ad esempio, sono progettati su misura in base alle specifiche richieste della clientela.

Capannoni frontali

Le tensostrutture frontali hanno la caratteristica di avere un lato addossato ad un fabbricato esistente. Al primo sguardo, queste coperture risultano come naturale prosecuzione del prefabbricato: le dimensioni sono variabili ma in genere, per quanto riguarda la larghezza, si attengono a quelle del capannone già presente. Anche in questo caso possono essere strutture mobile grazie all’implementazione di ruote in acciaio zincato; queste coperture in genere hanno la caratteristica di impacchettare il loro volume, andando a ricoprire fino alla metà dello spazio occupato in precedenza. Sono dotabili di moltissime personalizzazioni, anche se in genere non può mancare il portone ad avvolgimento rapido posizionato sulla parte frontale del tunnel: questo funzionerà per facilitare la movimentazione di mezzi aziendali, in entrata o in uscita dal capannone.

Tunnel laterali

I tunnel laterali possono essere distinti tra monopendenti e bipendenti. Entrambi possono avere uno o due lati montati a ridosso di fabbricati e sono strutture specifiche per l’incremento di spazi coperti di un’azienda. Data la particolare forma, i tunnel laterali sono installate per coprire zone strette tra il fabbricato e la recinzione che in genere delimita la proprietà. Non hanno grandi problemi con le condizioni della superficie sul quale agiranno e possono avere larghezze che in genere variano dai 3 ai 12 metri.

Costruzioni speciali

Le aziende produttrici di coperture mobili cercano di soddisfare anche le richieste di dimensioni più esagerate. Le coperture su misura di grande dimensione non rientrano in nessuno dei modelli a catalogo ma nascono dal lavoro di progettazione meticoloso degli uffici tecnici: modellazioni in 3D, calcoli strutturali e vincoli ambientali per un risultato personalizzato al 100%. Tutte le coperture nominate sono realizzate facendo uso di acciaio zincato per la parte strutturale e di un manto in pvc: un mix di resistenza e robustezza capace di contrastare qualunque tipo di intemperia.