Economia e Lavoro

Quale Investimento Fare per Non Perdere Soldi

investimento in oro

Fare un investimento oggi può essere molto complicato se ci si basa sui prodotti finanziari attuali che sono la sintesi di azioni e beni che per molte ragioni rimangono di difficile previsioni anche per gli analisti stessi.
Senza entrare in un mondo complesso ed instabile come quello della finanza attuale è possibile fare un investimento che ci permetta di mantenere il valore del denaro nel tempo e difenderlo da eventuali fenomeni di inflazione, sempre più rari vista la difficile congiuntura economica.
Il metodo oggi più utilizzato nel mondo per mantenere il valore dei propri soldi nel tempo, anche da chi non si intende di finanza, è quello di comprare oro da investimento.
Questo può essere acquistato sia in lingotti che in monete da investimento, questi contengono oro di cui viene certificato sia il peso che la purezza espressa in carati.
La definizione di queste due misurazioni rende certo il valore dell’oro contenuto in lingotti e nelle monete d’oro da investimento, in questo modo questi possono essere rivenduti al prezzo del momento stabilito sui mercati azionari attraverso il fixing dell’oro di Londra.
Ciò che rende estremamente appetibile un investimento in oro fisico è la facilità con cui questo possa essere monetizzato presso un compro oro Firenze o un banco metalli che sono alla ricerca costante di oro da acquistare.
L’investimento in oro è considerato uno dei più sicuri in quanto la sua quotazione tende ad aumentare ne lungo periodo e soprattutto in quelle fasi cicliche di crisi durante le quali il prezzo dell’oro non solo mantiene ma addirittura aumenta di valore per il maggiore interesse degli investitori in cerca di beni rifugio che evitino ai propri capitali di perdere di valore se investiti in asset che rischiano gravi perdite nei momenti di crisi finanziarie e non.
La credibilità e la stabilità dell’oro in ambito finanziario è fuori discussione in quanto gli stati stessi, attraverso le proprie banche centrali, convertono parte delle proprie riserve finanziarie in riserve aurifere.