Economia e Lavoro Professionisti

Punti di carico e scarico merci: gli elementi che non devono mancare

baie carico

La logistica di un’azienda ben strutturata non può mettere in secondo piano l’importanza di una zona di carico e scarico merci ad alto livello d’efficienza. Le baie di carico sono il trait d’union tra il magazzino industriale e tutto il mondo esterno. Fungendo da anello di congiunzione, tutti i camion e i furgoni che attingono delle merci stoccate in magazzino passeranno per i punti di carico. Per far sì che le baie di carico svolgano il loro lavoro a pieno regime, ogni elemento deve funzionare alla perfezione, comunicando rendimento e sicurezza. Rampe di carico, porte sezionali, sigillanti e paracolpi sono gli elementi del quale non si può fare a meno. Scopriamo come funzionano.

Gli elementi delle baie di carico

Rampe di carico

Uno degli elementi fondamentali per una baia di carico è senza ombra di dubbio la rampa di carico. Le rampe di carico sono i sistemi che compensano il dislivello tra la banchina di carico e l’altezza dei pianali dei mezzi. Esistono diverse tipologie di rampe in vendita ed ognuna è fatta per essere compatibili con le predisposizioni esistenti all’interno della baia di carico. Esistono i modelli con becco a raggio o con becco telescopico, a castello o sospese, manuali o motorizzate; il nome cambia in base alla sporgenza di raccordo azionata idraulicamente o con sistemi di molle a gas. Le rampe di carico Campisa con il becco a raggio sono robuste e permettono il carico e scarico delle merci in modo sicuro, grazie al “becco” che segue i movimenti verticali del veicolo durante le operazioni. Il becco telescopico invece permette il carico-scarico dei mezzi in modo sicuro grazie alla spondina estensibile, così da raggiungere anche i veicoli più problematici. La rampa a castello o sospesa è una rampa montata su un telaio di facile installazione e con centralina idraulica preinstallata.

Porte sezionali

I portoni sezionali sono le porte d’accesso al magazzino ed è per questo motivo che qualunque modello si scelga, quest’ultima deve essere resistente, antieffrazione, performante, isolante e veloce. Il funzionamento può essere bilanciato a molle o motorizzato e hanno un’apertura verticale a scomparsa. L’apertura a scomparsa permette ai magazzini di ottenere maggiore spazio a ridosso dei portoni, ottimizzando le superfici a disposizione e le fasi di carico e scarico merce. Spesso possono essere personalizzati, non solo nel colore e nel materiale, ma anche attraverso l’installazione di accessori che migliorano le prestazioni di ogni singola porta sezionale. La chiusura è un aspetto chiave e non bisogna rinunciare alla velocità ma soprattutto alla sicurezza: l’installazione di sistemi di sicurezza è fondamentale nel caso di rottura del meccanismo di azionamento.

Sigillanti

I sigillanti sono speciali sistemi che vengono posti attorno al portale che chiude lo spazio tra parete e veicolo, bloccando qualunque fuoriuscita di aria. Mantengono quindi costante la temperatura, senza dispersioni di calore e sono non solo un modo per salvaguardare la merce con la quale si ha a che fare ma anche un sistema di risparmio energetico e per riparare gli addetti ai lavori dalle intemperie e dagli sbalzi in fase di carico e scarico merce.

Paracolpi

Il paracolpi è un ultimo elemento imprescindibile dei punti di carico: li protegge da eventuali urti provocati dai camion in avvicinamento ed evitano costanti manutenzioni. I paracolpi delle baie di carico sono realizzati in gomma elastica e resistente, capace di assorbire qualunque tipo di impatto. Ogni elemento dei punti di carico deve essere di qualità, performante e deve permettere di minimizzare le tempistiche di carico e scarico merce attraverso operazioni sicure per gli operatori e i mezzi coinvolti.