Società

I sette sacramenti della Chiesa

sette-scaramenti
Scritto da gablinciano

Siete stati invitati a un battesimo a Roma che si festeggerà in uno dei locali gestiti dalla società di Capitaleventi? Di sicuro si tratta di un evento importante carico di significato ed emozione. Ma sappiamo davvero qual è il suo reale significato e quali sono i sacramenti che scandiscono la vita dei cristiani?

Il primo sacramento dell’iniziazione cristiana è proprio il battesimo, attraverso il quale si entra a far parte della Chiesa. Questo sacramento, mediante la grazia battesimale, cancella il peccato originale e rende figli di Dio. Lascia un segno indelebile nell’anima: si appartiene per sempre a Dio e alla Chiesa. Come per i successivi sacramenti, anche per quello del battesimo bisogna partecipare a un incontro formativo e coloro che verranno scelti come padrini devono essere cattolici, battezzati e cresimati.

Il secondo sacramento è quello della Confermazione o della Cresima e rappresenta la vita in Cristo: infatti, questo perfeziona e rende più insita la grazia ricevuta durante il battesimo mediante il dono dello Spirito Santo. In termini spiccioli, è un po’ come il raggiungimento della maggiore età in quanto presuppone responsabilità e consapevolezza da parte del cristiano ad assumersi gli impegni del battesimo.  Questo sacramento avviene di solito nella propria parrocchia di appartenenza e chi non vi prende parte può comunque frequentare un corso di catechesi per adulti. In questo caso, chi verrà scelto come padrino o madrina dovrà essere cresimato, così come per il matrimonio religioso.

Il terzo sacramento è quello che prepara il cristiano a ricevere il corpo e il sangue di Cristo, l’Eucaristia che alimenta la vita cristiana. Attraverso l’Eucaristia, Cristo associa i credenti al suo sacrificio di lode e di rendimento di grazia che viene offerto al Padre sulla Croce.

Il quarto sacramento è quello della Riconciliazione ed è considerato il primo dei sacramenti di guarigione: consiste nell’accordare il perdono dei peccati che sono stati commessi dopo il battesimo.

Il quinto sacramento è il matrimonio, ovvero l’unione tra uomo e donna in una comunione di vita e amore. È simbolo dell’unione di Cristo con la sua Chiesa ed è fondato sulla volontà di donarsi completamente all’altro.

Il sesto sacramento è, invece, quello dell’Ordine sacro, mediante il quale il sacerdote riceva il ministero e può servire a nome di Cristo nella comunità. L’ordine, quindi, conferisce un potere sacro per esercitare il ministero.

Il settimo e ultimo sacramento è quello dell’Unzione degli infermi, altro sacramento di guarigione. È riservato a chi sta vivendo particolari difficoltà dovute alla vecchiaia o a una malattia. Consiste nell’unzione della fronte e delle mani del malato insieme a una preghiera liturgica da parte del sacerdote.

Info sull'autore

gablinciano

Rispondi

*